Menu

AIIEN

Formazione


L’Associazione nasce dall’ unione di professionisti che operano nel settore dell’idroterapia da diversi anni, con l’intento di colmare un vuoto normativo e di regole, in un ambito sempre più diffuso quale quello della riabilitazione in acqua.

AIIEN è costituita in base alla legge 4/2013 ed è iscritta all’Anagrafe Nazionale

degli Enti di Ricerca con il n.61910LAV

L’obiettivo di AIIEN è quello di garantire una qualità degli operatori nei confronti degli utenti, in particolar modo verso persone con disabilità, e vigilare sulla formazione e aggiornamento dei propri iscritti, sulla qualità dei servizi  e sull’accessibilità delle strutture.

Consultando il sito puoi informarti sui servizi offerti dall’Associazione, essere aggiornato sulle novità più recenti e sugli eventi di maggior rilievo.

Per ottenere qualsiasi informazione o darci utili suggerimenti non esitare a contattarci

AIIEN Sede Nazionale Via Copernico n.8 – 63100 Ascoli Piceno

E-mail: info@aiien.it

Codice Fiscale: 92056590448

 


Idroterapisti ed Educatori Neonatali

due professioni con un unico obiettivo 

migliorare le condizioni di salute della persona disabile

Pur lavorando in diversi, l’uno in acqua e l’altro a secco, hanno comunque competenze specifiche per la gestione del bambino disabile e per le corrette gestioni quotidiane del bambino da parte delle famiglie e/o dei caregivers in genere.

L’Idroterapista utilizza un ambiente particolarmente favorevole, quale l’acqua, per un recupero neuromotorio sfruttando i principi microgravitari, termici e di viscosità, producendo stimoli polisensoriali per sia per il recupero del deficit esperienziale, sia per lo sviluppo delle capacità residue. Un lungo percorso formativo incentrato prevalentemente sulla pluriminorazione, un tirocinio pratico intenso e docenti provenienti dalle migliori università italiane, rendono l’Idroterapista una figura di riferimento nella gestione del bambino disabile in acqua.

L’Educatore Neonatale pone particolare attenzione alla formazione/informazione della famiglia sulla gestione quotidiana del bambino e sulla produzione di stimoli corretti da fornire al bambino per un migliore sviluppo neuro-motorio soprattutto nei primi mesi di vita.

Entrambe i professionisti svolgono le proprie attività seguendo le linee guida dell’OMS e della Commissione sulla Riabilitazione Pediatrica del Ministero della Salute.

Tutti i programmi di sviluppo prevedono il coinvolgimento e la partecipazione attiva della famiglia e/o dei caregivers.